,Plastica Seconda Vita” al servizio degli Acquisti Pubblici Verdi

Il GPP (Green Public Procurement - Acquisti Pubblici Verdi) è l’approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto di beni e servizi, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita.
Al fine di massimizzare la diffusione del GPP – già normato dal DM 203/2003 - presso gli enti pubblici, il Ministero dell’Ambiente ha elaborato un Piano di Azione Nazionale (PAN GPP) che definisce gli obiettivi nazionali, rinviando ad appositi decreti l’individuazione di un set di criteri ambientali “minimi” per ciascuna delle diverse tipologie di acquisto.

Il marchio “,Plastica Seconda Vita” è stato inserito nel Decreto Ministeriale 22 febbraio 2011 – “Criteri minimi per gli appalti verdi della Pubblica Amministrazione per l’acquisto di prodotti tessili, arredi per ufficio, illuminazione pubblica, apparecchiature informatiche” con riferimento ai requisiti degli imballaggi (primario, secondario e terziario).
“,Plastica Seconda Vita” è quindi strumento utile al riconoscimento delle soluzioni ambientalmente sostenibili.